Covid e complottismo

Perché mi occupo di Covid

Una delle categorie di persone che detesto è quella degli “esperti da tastiera”. Ovvero, gente incompetente e ignorante su un argomento, che dice la sua sullo stesso con la sicurezza di un esperto e, molte volte, con arroganza e aggressività nei confronti di chi ha un’idea diversa dalla loro. Per cui, mi sembra giusto chiarire quali sono i motivi per cui mi ritengo in diritto di occuparmi di Covid, soprattutto dal punto di vista delle dinamiche comunicative. Ciò, non per “tirarmela”, come potrebbe pensare qualcuno, ma, anzi, per definire in modo il più possibile oggettivo spazi e confini entro i quali posso dire la mia sull’argomento.

L’ho avuta (https://storieanomale.com/2020/06/16/nel-limbo-psichico-della-covid/)

Ho un perfezionamento post-laurea in Bioetica e ho portato in aula alcune sue tematiche in corsi per studenti, responsabili nazionali di discipline Bio Naturali, Operatori socio-sanitari, Assistenti familiari, Educatori eccetera. Io stesso per quasi sei anni ho lavorato come educatore con persone con problemi psichici o cognitivi e ho realizzato una serie di video documentari nel campo.

Ho una laurea magistrale con specializzazione in Teoria e tecnica delle comunicazioni sociali, realizzo prodotti multimediali e fino alla pandemia ho tenuto corsi sull’argomento “comunicazione multimediale”.

Quindi, per chi vuole, buona lettura.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: