Il post maledetto e il lato oscuro di Facebook

Comunicazione multimediale

La metafora del cane: la verità e lo slavejournalism nel mediatico processo-farsa contro Anastasiya Kylemnyk

Introduzione La sera del 23 ottobre 2019 l’italiano Paolo Pirino aggredisce Anastasiya Kylemnyk a scopo di rapina, colpendola alla nuca con una mazza da baseball. Luca Sacchi, fidanzato di Anastasiya Kylemnyk ed esperto di arti marziali, atterra Paolo Pirino. A quel punto l’italiano Valerio Del Grosso spara un colpo in testa all’italiano Luca Sacchi, che…

Video di un UFO, tra psicosette e pseudoscienza

L’altra sera, stavo camminando in una via secondaria della zona San Siro, a Milano, quando ho visto qualcosa nel cielo sopra di me che ha attirato la mia attenzione. Un globo luminoso che si muoveva in modo irregolare, strano. Ho fatto in tempo a riprenderlo prima che sparisse, con un’accelerazione improvvisa, oltre il buio e…

Video di un UFO di notte

“Qualche sera fa stavo portando il mio cane a spasso nel bosco, quando ho visto una luce nel cielo. Si muoveva in modo strano, ma è sparita quasi subito e non ho fatto tempo a riprenderla col cellulare. Però le sere seguenti mi sono appostato con cellulare pronto in quello stesso posto. E, finalmente ieri…

“Agirono all’unisono fin dall’inizio al fine di scatenare odio contro la vittima, consapevoli dei rischi cui la esponevano”: le motivazioni (ucroniche) delle condanne contro Gianluigi Nuzzi e Quarto Grado

Processo Sacchi. La condanna di Anastasiya Kylemnyk a tre anni in Primo grado rappresenta la condanna definitiva di Gianluigi Nuzzi, Alessandra Viero, Carmelo Abbate e dell’intera Quarto Grado. Quarto Grado che, fin dall’inizio, attraverso la manipolazione delle informazioni, con la fattiva e partecipe collaborazione degli avvocati della famiglia Sacchi e della stessa coppia, ha fatto…

Il post maledetto e il lato oscuro di Facebook

Immaginate di pubblicare sul vostro blog un articolo che si intitola “I bulli del quartiere X – Esplorazione della violenza”. O qualcosa del genere. L’articolo inizia con un video o con alcune immagini che mostrano i soprusi e le violenze perpetrate dai bulli del quartiere X. Subito dopo segue un’analisi accurata e documentata del fenomeno…

Le storie nella mente – L’effetto Kulešov

Intorno al 1920 il regista russo Lev Kulešov fa un esperimento. Riprende il primo piano di un attore, che assume un’espressione neutra, e poi realizza tre sequenze. Nella prima sequenza, al volto dell’uomo è accostata l’immagine di una zuppa [ci sono varie versioni di questo esperimento, N.d.A.], nella seconda quella del cadavere di una bambina…

Forme e strategie dell’odio: la sintesi di due anni del mediatico processo farsa contro Anastasiya Kylemnyk

I media possono giocare ruoli decisivi sia per quanto riguarda la formulazione delle sentenze, sia per quanto riguarda le indagini. Nel corso del tempo giustizia e mondo dell’informazione si sono pericolosamente intersecati, dando vita al processo mediatico, che si svolge nei giornali, televisioni, blog e forum invece che in aule di tribunali. Il rischio che…

“Questa è la casa del processo, non i salotti televisivi!” Brani dalla requisitoria dell’Avvocato Giuseppe Cincioni, difesa di Anastasiya Kylemnyk

“Queste ragazze” – Sul processo mediatico “La sua vita in piazza” – Sulla privacy “Io sono fiera di te” – A proposito di soldi “Queste ragazze” – Sul processo mediatico. Trascrizione Dicevo, connotato mediatico, non ne parlerei se non se ne fosse parlato, non ve ne parlerei perché per me continuo a ritenere, ferma naturalmente…

Le parole dei demoni: allusioni, messe in scena, abolizione della verità nel mediatico processo-farsa contro Anastasiya Kylemnyk

Quarto Grado, puntata di venerdì 18 febbraio. Nella parte dedicata al caso Sacchi, ovvero al vassallaggio verso la famiglia Sacchi, perché quando siamo in questa trasmissione le cose stanno così, si sono visti due episodi che confermano quanto ho appena affermato. 1) Dopo che sono state esposte in modo quasi giornalistico alcune parti dell’arringa dell’avvocato…

Salvini e le sue Bestie, uno tra “i maggiori gestori di ogni forma criminale capitolina” e un giornalismo infame: le verità dietro il linciaggio mediatico di Anastasiya Kylemnyk

Povera MAMMA! ANASTASIA PUTTANA lunga vita piena di sofferenza e tortura!!! maledetta e poco togliere un figlio alla madre è poi infangarlo pure e da seppellire viva quella merda di ragazza la solita ragazza dell’est in cerca di soldi ti ha portato via il figlio è deve pagare mi dispiace che un’intera famiglia per 5…

UFO a Livigno! Preparate il Dixan

16 gennaio 1958. Il fotografo Almiro Barauna afferma di avere scattato foto di un UFO, a Trinidad, Brasile. Per anni, ci si divide tra convinti e scettitici. Finché, nel 2010, un parente dell’allora ormai morto Almiro Barauna, racconta che il fotografo, tempo prima, aveva confessato che quelle foto erano false: le aveve realizzate mettendo un…

Fotografia e verità

Nel corso di una gita in montagna, raccontavo divertito come, nel web, avessi visto alcune foto con la gente nella classica posa di chi “regge la torre di Pisa”. Però in queste la torre era stata fatta sparire, in modo tale che le persone sembravano fare il saluto romano. Una mia amica, con sorprendente cinismo…

La vera critica? È un attacco

La “critica costruttiva” non esiste. La critica deve sempre essere un attacco: a forme espressive, idee, affermazioni, informazioni, menzogne. Quando si parla di “critica costruttiva” si intende, in realtà, il feedback correttivo. Modalità efficace e utile, tipica dell’attività formativa, ovunque essa si svolga. Due esempi: 1) mostrare al corsista dove ha sbagliato o dove e…

Esiste un collegamento tra la Bestia e il mediatico processo farsa contro Anastasiya Kylemnyk? Segni del sovranismo nei depistaggi mediatici sul caso Sacchi.

Più volte, analizzando il mediatico processo-farsa contro Anstasiya Kylemnyk, si è visto il marchio della Bestia salviniana e il segno della destra sovranista. Adesso, alla luce degli ultimi avvenimenti, è bene rivedere una sintesi del tutto. Perché è successo che… Appena subito dopo l’omicidio, il triumvirato delle Lega si è scagliato a difesa di Luca…

Smascherare i responsabili dell’odio

Per quanto riguarda il fenomeno dell’odio online, e nello specifico su Facebook, una questione decisiva è quella che riguarda la responsabilità di commenti che contengono insulti, menzogne con finalità dolose, minacce, incitamenti a varie forme di violenza e via degenerando. Dopo una ricerca nel web, posso adesso scrivere due parole definitive in merito. – Gli…

La falsa vera foto dell’UFO

“Sto facendo una passeggiata nel prato dietro casa, quando vedo nel cielo questo oggetto metallico. Mi fermo, prendo il cell, faccio lo zoom e lo fotografo. Sembra fermo nel cielo. Vado via subito”. Questo potrebbe essere il testo che accompagna la foto dell’UFO. Poniamo per ipotesi che quest’uomo sia reale e che quella sia la…

La menzogna etica: quando nascondere è giusto

La cinepresa mente sempre – Fritz Lang È successo qualche anno fa. Centro sociale del Comune, all’interno. Ci sono un po’ di persone. Stanno firmando le liberatorie per le riprese. Mentre sto sistemando la videocamera mi si avvicina un uomo. Tarchiato, sui sessanta, forse qualcuno in più. “Sai” mi dice. “Ieri, vicino al supermercato, hai…

Il Re-pera e la satira social

Accusato di lesa maestà, l’autore satirico Charles Philippon si difende come vediamo in questa immagine. La “lesione” di sua maestà consiste, secondo l’accusa, nel paragonare il volto del sovrano, Luigi Filippo, a una pera. È il 14 novembre 1831. Philippon produce questi disegni e i relativi testi proprio in tribunale. Il concetto è il seguente:…

Video di montaggio

Possiamo intendere come ‘sequenza di montaggio’ qualsiasi scena il cui senso non nasca in primo luogo da un’azione ripresa, ma dal montaggio medesimo, dal modo in cui le diverse inquadrature vengono collocate in una successione [1]. In un periodo di lockdown e, comunque, di limitazione degli spostamenti, ricorrere a questa tecnica per realizzare video potrebbe…

Processo all’odio. La manipolazione dell’informazione contro Anastasiya Kylemnyk

Una stampa cinica e mercenaria, prima o poi, creerà un pubblico ignobile – Joseph Pulitzer Premesse Metodo Come il processo mediatico può influenzare il processo reale. Linee generali La fabbrica dell’odio I rituali di degradazione L’orda dell’odio La leadership dell’odio Il blob dell’odio La spirale del silenzio La negazione del contraddittorio e altre (possibili) violazioni…

Social mafia

Si parla di linguaggio mafioso ogni qual volta sentiamo qualcuno parlare per allusioni o formulare minacce in modo larvato o implicito [1] Altre caratteristiche del linguaggio mafioso indicate nello stesso articolo sono: Linguaggio implicito; Utilizzo di termini non diretti e non trasparenti; I significati sono lasciati intravedere, mai mostrati in modo chiaro; Linguaggio metaforico, fortemente…

La fabbrica della viltà. Il conformismo è social

Prendete i mass media. Aggiungete le interazioni personali e sociali. E, per finire, unite opinioni personali e le opinioni proprie di un ambiente sociale. Miscelate il tutto e avrete la Spirale del silenzio. Questa teoria è stata elaborata negli anni Settanta dalla sociologa tedesca Elisabeth Noelle-Neumann [1]. Vediamo come funziona e perché è ancora attuale,…

Le non opinioni dei complottisti di Covid-19

Da quando l’ignoranza è diventata un punto di vista? Si chiede Scott Adams. E, nel mio piccolo, me lo chiedo pure io. Soprattutto da quando il web è appestato dai negazionisti / complottisti (decidetevi, tonti) della Covid-19. Che però, devo ammettere, da quando, grazie a Mr. Dubai, Capitan Papeete è tornato al governo, paiono essersi…

La comunicazione di rimbalzo dei complottisti Covid-19

“Con quale criterio decidere? Tra chi è anziano e chi è giovane? Tra chi è già malato e chi è sano?” Questo è il testo del post pubblicato sulla pagina Facebook de La Stampa, il 10 novembre. (https://www.facebook.com/lastampa.it/posts/10158313673600958?notif_id=1605021728861827&notif_t=comment_mention&ref=notif) Interviene con un commento Michele Grio, direttore del Reparto Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale di Rivoli, che spiega…

La comunicazione del ranocchio complottista

Cari complottisti, sarebbe corretto non presentare le vostre idee come verità scientifiche, la cui conoscenza vi porta all’indignazione civile. Perché nelle vostre affermazioni non vi è alcunché di scientifico né tanto meno di civile. Per approfondire le caratteristiche dei complottisti, di cui ho già scritto qualcosa qui: https://storieanomale.com/2020/11/12/la-comunicazione-di-rimbalzo-dei-negazionisti-di-covid-19/, vediamo un simpatico dialogo che ho intrattenuto…

Vuoi comunicare bene su Facebook? Fai la mucca sul prato

A volte, non ispiro particolare simpatia. Esempio. Corso sulla comunicazione nel web. Argomento: cosa scrivere, sia sulla propria Pagina Facebook sia in spazi Facebook altrui. Caratteristica del contenuto: divisivo, ovvero tale da suscitare, potenzialmente, reazioni di opposizione allo stesso. Dinamica conseguente: gestire la comunicazione con chi si oppone. Fin qui tutto ok. Ma quando affermo…

Il colore della pelle? È uno solo

Basta con ‘sta storia sul colore della pelle, che torna e ritorna a destra, a sinistra, in alto, in basso e in ogni dove. Abbiamo tutti lo stesso colore della pelle. Non è retorica: è tecnica. Non è antirazzismo: è compositing. Oggi ho letto l’ennesima discussione se sia razzista o meno usare il termine “nero”…

La Covid e il buffone di Nietzsche

A chi dice cose tipo “Si tratta solo di un’influenza solo un po’ più forte di quella comune” faccio notare che sarebbe come se qualcuno gli desse una sberla, anticipando ogni sua reazione dicendogli che “Si è trattato solo di una carezza solo un po’ più forte di quella comune”. Due anni fa ho avuto…

L’odio che uccide: osmosi e moralisti

24 gennaio 2020. Gianmarco Lorito, 43 anni, vigile a Palazzolo sull’Oglio (BS), si reca presso l’Università di Bergamo per seguire un corso di formazione. Parcheggia la sua auto su un posto destinato ai disabili, scambiandolo per un posto dedicato allo scarico e carico merci. Giovanni Manzoni, presidente dell’Anmic (Associazione nazionale mutilati e invalidi civili), riceve…

Su omofobia, haters e baci

Qualche settimana fa, nel flusso di Facebook, vedo questo post, non ricordo bene il contenuto, so che l’argomento era l’odio omofobo. Dato che il tema degli haters, intesi in senso ampio, mi interessa, lo leggo. Mi piace. Comincio a seguire la pagina. Il bello è che non mi accorgo che è una pagina “a tema”,…

Storytelling Design

Fotografie narrative. Clustering emotivo. Gerarchie ritmiche emotive. Tre tecniche efficaci e belle che, unite tra di loro, permettono di realizzare testi coinvolgenti ed efficaci. Le ho trovate qui: Deda Fiorini, Storytelling, Design thinking, Copywriting. Ne parlo qui sotto. Fotografie narrative. Individua l’argomento di cui vuoi scrivere. Meglio se specifico e delimitato. Immaginalo come un posto…

Per un’etica del compositing

Nell’estate del 1857 il fotografo svedese Oscar Gustave Rejlander crea l’immagine che rappresenta uno dei primi esempi dell’arte del compositing. La realizza nel suo studio inglese e la intitola I due modi di vita. Si tratta di un’immagine composta da 32 immagini provenienti da altrettanti negativi su vetro. In questo modo Rejlander riesce controllare e gestire al meglio la posizione,…

Anastasiya, l’altra storia

Storie Nella tarda sera del 23 ottobre 2019 Luca Sacchi viene ucciso. Questo fatto, genera storie. Ma una sola si impone su tutte le altre, già narrate o ancora da scrivere. Inizia il capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari: è indegno accostare Luca Sacchi all’idea di un drogato, afferma riferendosi a una frase del…

Costruire la realtà: Campi e Piani

La cinepresa mente sempre – Fritz Lang Cinepresa, videocamera, reflex, mirrorless, smartphone…Qualunque mezzo tu usi, quando riprendi, inizi a costruire una realtà. E, una realtà costruita, è sempre una menzogna. Siano foto o video, non fa differenza. Ma iniziamo con la tecnica. In questo post vediamo quali sono i modi principali per costruire una realtà…

Frasi che generano storie

Qualche tempo fa, abbiamo visto una foto: un bosco; un notebook appoggiato sul tronco reciso di un albero; nessun essere animale, umano o no, presente. Una foto senza storia. Una foto che ha il potere di generare infinite storie. Adesso vediamo una frase. La follia è la risposta sana a un mondo malato- Ronald Laing.…

Perché sono (qui)

Un uomo che, camminando rasente alle auto parcheggiate, diffonde una nebbia densa e fitta. Io, da solo in un bagno, che grido a qualcuno di uscire da quel bagno. Un ragazzino che, in un bosco, raccoglie un frammento di specchio e riscopre il suo volto, da tempo dimenticato. Una donna uccisa dopo il crepuscolo. Un…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: