Categoria: Reportage sociale

  • Esperienze animate – Come raccontare con i video storie reali e tutelare la privacy

    Esperienze animate – Come raccontare con i video storie reali e tutelare la privacy

    Donne vittime di violenza, minori, persone con disturbi psichici e così via. Ci sono storie che vanno raccontate: perché è solo dalla voce di chi le ha vissute che possono scaturire le informazioni più vive e utili. Al tempo stesso, la priorità assoluta è tutelare la privacy dei protagonisti. Se queste storie sono raccolte solo […]

  • “Come un selvaggio” – Una storia di follia

    “Come un selvaggio” – Una storia di follia

    Quando io e l’operatrice sociale che mi accompagna, Lisa, arriviamo all’ingresso del complesso di case popolari, Alberto è intento a fare segni della croce in rapida sequenza. Si trova di fronte a una celletta votiva posta sopra l’ingresso della portineria: l’immagine di Maria, un cero acceso, un piccolo vaso di fiori. Al fianco di Alberto […]

  • “Prima con uno schiaffo, poi con un calcio…”

    “Prima con uno schiaffo, poi con un calcio…”

    Quando mi avete chiamata ero appena uscita dalla sala operatoria. Quella che segue è la trascrizione della testimonianza resa in video dalla signora Rossi, relativa a dieci anni di violenza domestica subita da parte del marito, e all’episodio che ne ha decisa la fine. Il video risale al 2011, ed è relativo a un fatto […]

  • La menzogna etica: quando nascondere è giusto

    La menzogna etica: quando nascondere è giusto

    La cinepresa mente sempre – Fritz Lang È successo qualche anno fa. Centro sociale del Comune, all’interno. Ci sono un po’ di persone. Stanno firmando le liberatorie per le riprese. Mentre sto sistemando la videocamera mi si avvicina un uomo. Tarchiato, sui sessanta, forse qualcuno in più. “Sai” mi dice. “Ieri, vicino al supermercato, hai […]

  • Video e coscienza: possibile?

    Video e coscienza: possibile?

    Anni fa ho ripreso il racconto di Alberto, un uomo affetto da malattia mentale, e quello di suo fratello. Qui i dettagli: https://storieanomale.com/2020/08/18/lappartamento-una-storia-di-follia/. Adesso parto dalla fine di quel post, perché il tema che mi interessa è: quando riprendi, devi riprendere proprio tutto? Ovvero: qual è il confine tra il diritto di documentare una storia […]

  • “Ma non mi credono”

    “Ma non mi credono”

    Sto attraversando un parco insieme a Silvia, una delle operatrici sociali che mi fanno da guida durante le riprese. A un certo punto incontriamo Carla, una ragazza che Silvia conosce bene e di cui si occupa. Saprò più tardi che Carla soffre di una rara e seria malattia, che le crea problemi nel trovare lavoro […]